Cause dell’Angioedema

Esistono quattro tipi di Angioedema e tutti hanno cause diverse tra di loro, dall'angioedema comune a quello acquisito, da quello idiopatico alla forma ereditaria.

Esistono quattro tipi di Angioedema e tutti hanno cause diverse tra di loro. Partendo dall’angioedema di tipo allergico, ovvero il più comune, questa è da ricondurre ad allergie alimentari ad alimenti come pesce, crostacei, arachidi, frutta a guscio, uova, latte. Ma anche ad agenti come polline, peli di animali domestici, lattice, punture di insetti.

Vi sono casi un pò più severi di angioedema, che possono essere indotti dall’effetto collaterale di farmaci come tachipirina, aspirina, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Ma non solo: ci sono farmaci che regolano la pressione sanguigna, gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) che possono anche causare riacutizzazioni e reazioni improvvise.

Nell’Angioedema ereditario (HAE) le cause sono più difficili da individuare in quanto si tratta di una rara forma di angioedema. Quando l’organismo non produce una proteina del sangue chiamata inibitore dell’esterasi C1, il sangue diventa meno fluido passando con più difficoltà da un tessuto all’altro e causando gonfiore. Si tratta di una condizione ereditaria che può essere trasmessa ai figli e che si manifesta di solito poco prima dell’adolescenza.

Ma esiste un altro tipo molto raro di angioedema, detto acquisito che ha gli stessi sintomi dell’HAE. È diverso perché non si manifesta quasi mai prima dei 40 anni e la causa è da ricercarsi nell’indebolimento del sistema immunitario indebolito. Si tratta di una forma di angioedema non ereditaria e che quindi non può essere trasmessa alla prole.

Angioedema idiopatico: di cui non se ne conosce la causa. Tra le cause che ne determinano i sintomi:

  1. Ansia o stress
  2. Infezioni minori
  3. Temperatura troppo alta o bassa
  4. Troppo allenamento fisico

La presente guida non intende in alcun modo sostituirsi al parere di medici o di altre figure sanitarie preposte alla corretta interpretazione dei sintomi, a cui rimandiamo per ottenere una più precisa indicazione sulle origini di qualsiasi sintomo.

Articoli Correlati

SIN-2010681