ESPLORA

Anosmia

L'anosmia è un disturbo olfattivo caratterizzato dalla perdita del senso dell'olfatto. Scopri di quali patologie può essere sintomi l'anosmia, quali sono le i sintomi e le sue cause.

Olfatto
@sintomi_it
Sintomi Olfatto
Ultima modifica di Redazione

Perdita del senso dell’olfatto. I sensi sono la bussola dell’organismo ed il senso dell’olfatto, anche se spesso sottovalutato, è importante per orientarsi nel tempo e nello spazio. Quando si perde il senso dell’olfatto perdiamo la capacità di associare ad una situazione o un oggetto un odore, portando una sensazione di disturbo.

L’anosmia è quel problema che consiste nella perdita della capacità di distinguere gli odori ed profumi ed è spesso un segno di una patologia più importante, soprattutto se a carico del sistema nervoso. L’anosmia può essere permanente o temporanea e la sua origine è neurologica: non confondiamo l’anosmia con l’ostruzione nasale anche a causa di un banale raffreddore o una forte rinite. La conseguenza dell’anosmia è un danno permanente o temporaneo all’epitelio olfattivo se il danno è a valle (naso) o del nervo olfattivo se il problema è neurologico.

C

Cause anosmia

Spesso sono riniti e sinusiti a causare anosmia ed è una situazione transitoria, ma le cause possono anche essere virali, come l'influenza di stagione che attacca soprattutto le alte vie respiratorie. La congestione nasale e le secrezioni nasali acquose tipiche delle riniti, spesso accompagnate da starnuti e mal di testa, sono una causa comune di iposmia e anosmia. Nei bambini i disturbi delle alte vie respiratorie sono molto frequenti e si accompagnano spesso ai disturbi delle adenoidi: esse danno anosmia in modo simile all'ostruzione nasale, la rinolalia e le otiti medie. Nell'adulto invece l'anosmia è spesso conseguenza ad un uso prolungato di farmaci decongestionanti per il raffreddore, che "bruciano" l'epitelio nasale, anche se per poco tempo. Nel soggetto anziano l'anosmia è associato a patologie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer, anche se la riduzione dei sensi come vista, olfatto, sensibilità al tatto fanno parte dell'invecchiamento e si manifesta intorno al settantesimo anno di vita.


Le complicazioni dell’anosmia sono l’ipoageusia, cioè l’estensione della bassa percezione anche ai sapori. I polipi nasali possono dare anosmia così come la rinite vasomotoria, senza tralasciare cause come il diabete.

Il fumo è spesso una causa di anosmia

D

Diagnosi anosmia

Non sempre all'anosmia si associa una difficoltà respiratoria e non sempre alla sensazione del paziente corrisponde anosmia. Bisogna procedere ad esami diagnostici per misurare oggettivamente la funzionalità nasale, facendo ricorso alla rinomanometria, esame non invasivo che consiste nel valutare le resistenze delle narici al passaggio dell’aria. Se il danno non è neurologico e la causa è di tipo ostruttiva, quindi bisogna risalire ai meccanismi che provocano la perdita dell'olfatto: la terapia per curare l’infiammazione nasale permette il ritorno delle condizioni normali della mucosa.


C

Cura anosmia

Se il problema è di tipo meccanico o ostruttivo, in alcuni casi si può anche ricorrere alla chirurgia, negli altri casi sarà sufficiente assumere farmaci decongensionanti.




Vogliamo che il sito sia una risorsa utile per i nostri utenti, ma è importante ricordare che la discussione non è moderata o rivista dai medici e quindi non dovresti fare affidamento su pareri o consigli forniti da altri utenti. Rivolgiti sempre e comunque al tuo medico di famiglia. L'utilizzo del materiale pubblicato non ha valore prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Sintomi

Artrite Reumatoide

I sintomi dell’artrite reumatoide non sono sempre riconoscibili e non tutti sono si manifestano allo stesso modo e contemporaneamente.

Utero

Gravidanza Anembrionica

La certezza diagnostica di gravidanza anembrionica dipende esclusivamente dalla seconda ecografia transvaginale, essendo non riconoscibile perché rimangono intatti, fino alla fine, tutti i sintomi tipici della gravidanza.