ESPLORA
sintomi.it

BPCO cure alternative, nuovi farmaci

Cura
@sintomi_it
BPCO cure alternative, nuovi farmaci
Tempo di lettura: 1 minuti di Redazione

Le linee-guida per la cura della BPCO consigliano salbutamolo, fenoterolo e terbutalina, da utilizzare al bisogno, soprattutto nella BPCO lieve. Ma negli stadi da moderato a grave, le linee-guida raccomandano un broncodilatatore long acting in monoterapia più l’aggiunta di corticosteroidi.

Oltre ai broncodilatatori, si sono aggiunti nuovi farmaci, come l’indacaterolo (LABA), l’aclidinio ed il glicopirronio (LAMA). Indacaterolo e glicopirronio sono contenuti in capsule da inserire nell’inalatore, mentre l’aclidinio è disponibile come erogatore multidose.

BPCO

BPCO – © wikipedia.org

L’aclidinio è stato valutato in 2 RCT di fase III (uno della durata di 3 mesi ed uno di 6 mesi) in pazienti con BPCO moderata-grave. Alla dose di 400 mcg due volte al giorno ha determinato un miglioramento significativo del FEV1 rispetto al placebo (124-128 ml). ll Glicopirronio è stato consigliato per gli stadi di BPCO moderata-grave.

Il glicopirronio bromuro, pur essendo capace di indurre una broncodilatazione di almeno 24 ore come il tiotropio, ha una maggior rapidità di azione nei primi 5 minuti dopo l’assunzione. Il fatto che faccia subito effetto è molto importante perché il paziente con BPCO una forte costrizione dei bronchi soprattutto nelle prime ore del mattino, tali da richiedere una rapida azione che possa dare sollievo bronchiale in poco tempo.


Sintomi.it è una risorsa semplice, affidabile ed in continua revisione/aggiornamento da parte del nostro Comitato Scientifico, ma è importante ricordare che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di famiglia e allo specialista. L'utilizzo del materiale pubblicato su sintomi.it ha valore informativo ma in nessun modo prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere