ESPLORA
sintomi.it

Artrite Reumatoide Esami del Sangue

Quali sono gli esami del sangue la diagnosi di Artrite Reumatoide? Quali sono i livelli del sangue da tenere sotto controllo?

Diagnosi
@sintomi_it
Artrite Reumatoide
Tempo di lettura: 4 minuti di Redazione

Diagnosticare e prevedere l’andamento di una patologia come l’artrite reumatoide è veramente difficile, se non impossibile. Solitamente nei primi 6 anni dalla diagnosi l’andamento progressivo dell’infiammazione articolare è più rapido, soprattutto nel primo anno: se non trattata, l’artrite reumatoide produrrà alterazioni articolari permanenti in massimo 10 anni e, come qualche studio sottolinea, favorire anche l’insorgere di altre patologie non strettamente correlate come la BPCO.

Come tutte le malattie che causano una degenerazione muscolare o scheletrica, anche l’artrite reumatoide diminuisce la qualità della vita e l’aspettativa di sopravvivenza media scende anche di 7 anni.

Esami del Sangue per Artrite Reumatoide

Quando si manifestano i sintomi dell’artrite reumatoide, solitamente vengono colpite simmetricamente le stesse parti del corpo (esempio mano destra e mano sinistra, ginocchio destro e ginocchio sinistro). I sintomi articolari prevedono una rigidità articolare superiore ai 60 minuti al mattino dopo il risveglio, con comparsa di eritema, calore, tumefazione e movimenti limitati. Ad essere colpiti sono solitamente polsi, dito indice e dito medio, le articolazioni interfalangee prossimali e le metatarsofalangee, spalle, gomiti, ginocchia, gambe e caviglie.

Raramente l’artrite reumatoide si risolve spontaneamente e, tra le varie patologie correlate, le malattie cardiache, infezioni, e problemi a livello gastrointestinale. Tra le varie scelte diagnostiche standard ci sono gli esami del sangue e quelli radiografici. A volte viene fatta l’analisi del liquido articolare.

Esami del sangue per Artrite Reumatoide

I livelli ematici per la diagnosi dell’artrite sono:

  • il fattore reumatoide, gli anticorpi anti-peptide ciclico citrullinato (anti-Cyclic Citrullinated Peptide, anti-CCP)
  • la concentrazione della proteina C-reattiva, un innalzamento della velocità di eritrosedimentazione (VES).

Agli esami del sangue si accompagna spesso una radiografia delle mani, dei polsi e delle articolazioni che hanno manifestato i primi sintomi, una risonanza magnetica non obbligatoria nelle fasi iniziali. In molti casi si riscontra un aumento della presenza nel sangue di anticorpi come il fattore reumatoide e gli anticorpi anti-CCP, il cosiddetto fattore reumatoide che è presente nel 70% delle persone affette da artrite reumatoide.

Diagnosi Artrite Reumatoide

La maggior parte dei pazienti con artrite reumatoide manifesta una lieve anemia, un numero inferiore di globuli rossi nel sangue, dei globuli bianchi ed ingrossamento della milza, condizione nota come sindrome di Felty. Il fattore reumatoide invece è anche associato nell’anziano in altre condizioni di non manifestazione né della malattia né dei sintomi dell’artrite reumatoide, ma un innalzamento del valore lascia pensare alla presenza di questa patologia, in fatti spesso il livello di fattore reumatoide diminuisce con il passare dell’infiammazione e del dolore articolare. Le malattie che possono essere associate ad un aumento del fattore reumatoide sono lupus eritematoso sistemico, in alcuni casi tumori, malattie granulomatose, infezioni croniche da epatite virale, endocardite batterica subacuta o tubercolosi.

Gli anticorpi anti-CCP sono presenti in oltre il 75% dei pazienti affetti mentre il loro valore è pari allo zero nei pazienti sani, la proteina C-reattiva aumenta drasticamente ed è indicatore di malattia in fase attiva se i livelli sono molto significativi.

Sia la proteina C-reattiva che la VES possono aumentare, anche in modo simultaneo non solo nei pazienti affetti da artrite ma anche in presenza di molte altre malattie o disturbi, per cui vengono monitorati solo nel determinare se la malattia, già diagnosticata, sia in fase attiva o meno.


Sintomi.it è una risorsa semplice, affidabile ed in continua revisione/aggiornamento da parte del nostro Comitato Scientifico, ma è importante ricordare che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di famiglia e allo specialista. L'utilizzo del materiale pubblicato su sintomi.it ha valore informativo ma in nessun modo prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Cura

Terapia antalgica (del dolore)

Il malato terminale ed il paziente con dolore cronico hanno particolare bisogno di una terapia di sostegno per il controllo del dolore.

Appendice

Sintomi Appendicite

L'appendice è un peduncolo intestinale che si trova nella parte inferiore destra dell'addome. L'infiammazione di questo peduncolo da appendicite acuta che, se non curata, può peggiorare e diventare una peritonite.