ESPLORA
sintomi.it

Come agisce il virus Ebola? Quanto tempo può sopravvivere?

Contatto, contagio, tempo di incubazione e di sopravvivenza del virus.

Malattie
@sintomi_it
Virus Ebola
Tempo di lettura: 3 minuti di Redazione

Se ne parla sempre, tanto. Noi di Sintomi.it abbiamo deciso oggi di riportare una serie di domande e risposte a tema sull’argomento.
Posso infettarmi del virus Ebola nei mezzi di trasporto pubblico? Ad esempio, se un passeggero tossisce e poi poggia le mani sul palo ed un altro passeggero lo tocca in quel punto ed inavvertitamente tocca i propri occhi?
La risposta è no. Chi ha contratto/manifestato il virus con Ebola è molto, molto malato. Necessita di particolari cure ospedaliere ed  è pressoché improbabile trovarlo a bordo di un’autobus. Di sicuro non sta andando a lavoro. Contraendo il virus Ebola non  si può immediatamente pensare di ritrasmetterlo con le sue proprietà invasive. Il virus si trasmette con il contatto dei fluidi corporei: sangue, vomito, urina. Ma quando l’urina diventa vettore del virus, il paziente è praticamente in fase terminale. Quindi non si trasmette come avviene per il raffreddore, tipo toccando un palo in una metropolitana o in autobus.

Quanto tempo il virus Ebola sopravvive su superfici contaminate come lenzuola, maniglie delle porte, ecc?

Dipende dalle circostanze. Il virus Ebola a contatto con l’aria muore. Non è come l’antrace, che forma una capsula rigida intorno a sé stesso e può sopravvivere per mesi o anche un anno: l’ebola virus sopravvive solo se a contatto di sangue o liquidi corporei. Non è capace a vivere all’aria aperta. Si ritiene che sicuramente, dopo circa 24 ore, i rischi sono praticamente uguali a zero.

Può un esame del sangue mostrare se una persona ha il virus Ebola prima che manifesti i sintomi?

Con i test del sangue che abbiamo ora, di routine no. Infatti, per essere abbastanza sicuri, bisogna avvertire il primo sintomo, la febbre non rimettente per circa tre giorni, tale da assicurare una presenza massiccia di virus che scorre nel sangue per essere rilevato dal test del sangue con precisione.

Molti virus (come l’herpes) possono essere trasmessi prima che una persona mostri dei sintomi. Perché è questo non è il caso di Ebola?

La risposta è semplice, tutti i virus sono diversi. Nel caso di Ebola poi, i sintomi sono la manifestazione dell’infezione che si propaga su tutto il corpo tale da essere letale, per tanto l’infezione da sangue infetto per essere pericolosa deve seguire, ad esempio, alle manifestazioni di vomito, tale da poter trasmettere la malattia ad altri.


Sintomi.it è una risorsa semplice, affidabile ed in continua revisione/aggiornamento da parte del nostro Comitato Scientifico, ma è importante ricordare che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di famiglia e allo specialista. L'utilizzo del materiale pubblicato su sintomi.it ha valore informativo ma in nessun modo prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere