ESPLORA
sintomi.it

Iperparatiroidismo

Quando le parotidi assolvono una iperproduzione di paratormone (PTH) con conseguente ipercalcemia, si parla di iperparatiroidismo.

Bambino
@sintomi_it
Iperparatiroidismo
Tempo di lettura: 2 minuti di Redazione

L’iperparatiroidismo può essere primitivo, secondario e terziario. In medicina si distinguono questi tre casi in base all’origine e alla severità della disfunzione da iperproduzione da PTH (paratormone).

Iperparatiroidismo primitivo linee guida

L’iperparatiroidismo primitivo è solitamente dovuto ad un adenoma (semplice o multiplo), che causa un aumento del numero delle cellule delle paratiroidi (iperplasia), con scarsa possibilità di degenerare in carcinoma. L’iperparatiroidismo primitivo solitmente si associa a sindromi paraneoplastiche che coinvolgono il polmone, la mammella o il rene.

I sintomi che si possono collegare a questi disturbi sono un’osteoporosi non collegata all’età, l’ulcera peptica, la calcinosi del pancreas (da non confondere la calcolosi ma solo deposito di calcio tra le cellule esocrine), una nefrocalcinosi del parenchina, ansia e depressione.

All’esame clinico, si controlla il livello del PTH e si nota un aumento della calcemia (ipercalcemia), una ipofosforemia, solitamente vengono fatte scintigrafia e risonanza magnetica funzionale come esami di screening.

Iperparatiroidismo secondario linee guida


L’iperparatiroidismo secondario si manifesta solitamente come complicanza di un trattamento medico-farmacologico e non ha origine congenita. Si parla di trattamenti che hanno influenza negativa sulle paratiroidi quale trattamento per ipocalcemia: basta pensare a chi fa dialisi da 5 o più anni, o a chi soffre di insufficienza renale cronica, un deficit di vitamina D, problemi di malassorbimento da bypass intestinale. All’esame clinico, si nota un lieve aumento di PTH circolante, un abbassamento della calcemia, un aumento della fosforemia, un’ipofostaturia.

Iperparatiroidismo terziario calcemia indipendente

L’iperparatiroidismo terziario si manifesta come una iperplasia secondaria che va incontro ad adenoma tipico della primaria, calcemia indipendente. All’esame clinico si presenta con un abbassamento del PTH, uno stato di ipocalcemia e iperfosforemia, ipocalciuria. La terapia si basa sulla somministrazione di PTH. I sintomi sono parestesia, laringospasmo, asfissia, una cataratta da deposizione degli ioni calcio.


Sintomi.it è una risorsa semplice, affidabile ed in continua revisione/aggiornamento da parte del nostro Comitato Scientifico, ma è importante ricordare che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di famiglia e allo specialista. L'utilizzo del materiale pubblicato su sintomi.it ha valore informativo ma in nessun modo prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Salute

Ipertermia

La febbre elevata non è un’emergenza, a patto che il paziente non sia un neonato nei primi 4-5 mesi di vita. Solitamente, è bene rivolgersi al medico dopo le prime 48 ore, per cui è importante sapere quali sono le condizioni di pericolo che possono far preoccupare.

Salute

Ipermetropia

L’ipermetropia è difatti un disturbo della vista di cui possiamo ampiamente considerare le cause generiche come di natura genetica: questo disturbo deriva da un precedente problema o difetto della cornea.