ESPLORA

Sintomi Brucellosi

La brucellosi è detta febbre maltese, una malattia infettiva causata da alcuni batteri.

@sintomi_it
Sintomi Brucellosi
Tempo di lettura: 4 minuti di Redazione

La brucellosi, volgarmente riconosciuta come febbre maltese, è una patologia causata dai batteri della famiglia delle brucelle (Brucella abortus bovis, Brucella melitensis, Brucella abortus suis) che colpiscono primariamente animali come bovini, suini, caprini che trasmettono l’infezione all’uomo. Il contagio avviene tramite contatto con l’animale infetto o con le sue feci, le brucelle penetrano per via cutanea, aerea o congiuntivale. Le persone più colpite sono le categorie professionali o gli allevatori di questi animali.

Ma veicolo molto importante, non inferiore al contatto diretto, è la trasmissione per contatto con il cibo infetto, quindi per via indiretta che avviene per ingestione di latte crudo e formaggi freschi.


La malattia è ancora piuttosto diffusa in Italia, anche se in forte diminuzione, possiamo senza dubbio che l’indice principale da tenere sotto controllo per continuare nel trend di diminuzione è l’igiene ambientale e personale degli operatori coinvolti.

Qualcosa che forse ancora non sai sulla brucellosi. Sono ancora molti, ad oggi, gli allegamenti che non vengono controllati dagli ordini di ispezione, con il risultato di preparazioni degli alimenti in condizioni non ottimali: formaggi, latte fresco sono solo pochi degli alimenti a rischio brucellosi.

Sintomi brucellosi, riconoscere la febbre maltese

La brucellosi provoca una reazione febbrile con dolori ossei, ingrossamento della milza e del fegato, debolezza generale. Alcuni tipi di batteri di brucella causano aborti nelle specie animali. La malattia può essere trattata con antibiotici anche se difficilmente si risolve in tempo breve.

Sintomi della brucellosi, diagnosi ed organi interessati

La malattia interessa soprattutto fegato, milza, linfonodi e si manifesta con sintomi come la febbre ondulante, che ha alta remissione e ricaduta nel corso di alcune settimane. La malattia più durare quindi alcuni mesi e la cura antibiotica deve essere effettuata per lunghi periodi; la diagnosi di certezza è formulata con esame del sangue su siero con la siero-reazione di Wright, cioè la ricerca di anticorpi specifici diretti contro gli antigeni della brucella. L’esame del sangue è culturale, solitamente se effettuato in ospedale è detto emocoltura (ricerca, con più prelievi sanguigni ad una prefissata distanza di tempo uno dall’altro, dell’agente patogeno, con la speranza che si trovi in circolo e possa essere coinvolto in almeno un campione preso in esame).

Sintomi brucellosi. Esame dell'emocoltura

Sintomi brucellosi. Esame dell’emocoltura

Un altro esame da tenere in considerazione per lo screening primario della brucellosi è la broncoscopia.

La brucellosi si trasmette raramente da una persona ad un’altra, le vie più diffuse sono l’allattamento materno ed i rapporti sessuali. Se la donna è incinta, il principale trattamento (solitamente la tetracicline) deve essere sospeso in quanto può danneggiare i denti e la crescita della ossa nel feto. Anche i bambini dovrebbero evitare questo trattamento per lo stesso motivo.

Brucellosi Incubazione

Il periodo di incubazione della brucellosi è tra i 5 ed i 20 giorni dopo il contatto, con sintomi specifici come mal di testa, dolore articolare, febbre alta sino a 40°, brividi e sudorazioni intense.
Il periodo prediletto per questa zoonosi è quello primaverile ed il contaggio avviene per contatto con gli animali infetti o per l’ingestione di alimenti che contengono la brucellosi.



Vogliamo che Sintomi© sia una risorsa utile per i nostri utenti, ma è importante ricordare che la discussione non è moderata o rivista dai medici e quindi non dovresti fare affidamento su pareri o consigli forniti da altri utenti. Rivolgiti sempre e comunque al tuo medico di famiglia. L'utilizzo del materiale pubblicato non ha valore prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Bocca

Bocca secca di notte

Non solo xerostomia notturna, la bocca secca di notte è anche dovuta all'invecchiamento oppure al calo ormonale dovuto alla menopausa e alla minore produzione di estrogeni.

Salute

Sintomi BPCO, cause e diagnosi

La linea di confine è molto stretta. Ma notevole è la differenza tra asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva.