ESPLORA

Sintomi Cefalea Gravidanza

Normalmente il mal di testa può essere causato da un lieve stato di anemia, stato molto diffuso nella donna incinta.

@sintomi_it
Sintomi Cefalea Gravidanza
Tempo di lettura: 6 minuti di Redazione

Normalmente il mal di testa può essere causato da un lieve stato di anemia, stato molto diffuso nella donna incinta. Considerando proprio questa categoria, quella delle donne gravide, nella maggior parte delle volte, la causa del mal di testa è da imputare proprio ai cambiamenti ormonali della gravidanza e ai livelli elevati degli estrogeni.

Il più delle volte però, la donna associa l’emicrania con lo stato di gravidanza e, nonostante il maggior stress, la tensione e l’ansia soprattutto nelle prime settimane, spesso si tralascia un particolare, che la maggior parte degli episodi sono pregressi alla gravidanza stessa e non causati dalla stessa.

Conosci bene l’emicrania?

Le emicranie sono un tipo molto comune di mal di testa. Gli esperti stimano che circa 1 su 5 donne ha un attacco di emicrania almeno una volta nella sua vita e circa il 15% di chi soffre di emicrania le manifesta per la prima volta quando è in stato di gravidanza (soprattutto nel primo trimestre). Le emicranie causano dolore da moderato a grave o lancinante, tipicamente su un solo lato della testa. Durano da 4 a 72 ore e sono aggravate dall’attività fisica. Possono anche essere accompagnate da altri sintomi come nausea, vomito o sensibilità alla luce e al rumore. Alcuni pazienti soffrono di emicrania detta “con aura”, mal di testa preceduto da sintomi che possono includere cambiamenti visivi (come luci lampeggianti luminose o punti ciechi), sensazione di intorpidimento o di “formicolio”, debolezza e disturbi del linguaggio.

Questi sintomi possono manifestarsi un’ora prima dall’emicrania e possono durare fino a 60 minuti. Fortunatamente, circa i due terzi delle donne che sono inclini a soffrire di emicranie notano che esse migliorano durante la gravidanza, più probabilmente tendono ad essere più leggeri dei mal di testa del periodo mestruale. Altri non notano alcun cambiamento o scoprono che i loro mal di testa diventano più frequenti e intensi proprio in gravidanza. Anche se fai parte della minoranza sfortunata la cui emicrania non migliora durante la gravidanza, puoi almeno rallegrarti del fatto che chi soffre di emicrania non sembra avere un rischio di complicazioni in gravidanza rispetto alle altre donne.

Sintomi cefalea gravidanza, le cause dell’emicrania

Dal punto di vista medico ciò che provoca l’emicrania non è clinicamente noto, le emicranie sembrano siano dovute a dei cambiamenti nelle vie nervose e che causino dei mutamenti comportamentali nei neurotrasmettitori e verso il flusso di sangue nel cervello. I ricercatori ritengono che le cellule cerebrali troppo eccitate stimolano un rilascio di sostanze chimiche che irritano i vasi sanguigni della superficie del cervello: questo, a sua volta, provoca il ringonfiamento dei vasi e stimola la risposta al dolore.

  • Si è pensato che gli estrogeni ricoprono un ruolo primario nella emicranie, come nella gravidanza, nelle mestruazioni, la menopausa. Il neurotrasmettitore detto serotonina sembra avere un ruolo chiave nella formazione delle emicranie.
  • Monitoraggio della comparsa del dolore con un diario
  • I cambiamenti ormonali della gravidanza non sono l’unica causa che può scatenare l’emicrania: la maggior parte delle donne hanno una combinazione di fattori come lo stress, il salto dei pasti, la mancanza di sonno.
  • Alcune emicranie durano poche ore. Altre, se non trattate, potrebbero durare un giorno intero o anche due. Le emicranie sono purtroppo molto imprevedibili. Così, mentre la gravidanza può renderli peggiori per una donna, potrebbero d’altra parte ed allo steso modo, scomparire completamente per un altra ragione.

Ogni volta che hai un mal di testa, scrivi:

  • I sintomi specifici: dove si manifesta il dolore, quello che il dolore comporta in modo collaterale e gli altri sintomi come vomito o sensibilità al rumore, odori, luce intensa.
  • Il tempo che il tuo mal di testa permane dalla comparsa sino alla scomparsa totale.
  • Cibi e bevande che hai assunto durante le 24 ore precedenti all’emicrania.
  • Qualsiasi cambiamento nel tuo ambiente, come un viaggio in un posto nuovo, un cambiamento climatico.
  • Qualsiasi trattamento tentato e se ha aiutato o aggravato il mal di testa.

Monitoraggi comuni includono nel mal di testa l’assunzione di cibi come:

  • cioccolato
  • caffeina
  • alimenti che contengono conservanti come il glutammato monosodico ed i nitrati
  • aspartame

Quando andare dal medico per il mal di testa

Se hai spesso forti mal di testa, informa il medico o l’ostetrica in modo che possano consigliarti. Dei forti mal di testa possono essere un segno di pressione sanguigna elevata e si dovrebbe provvedere ad un rimedio con urgenza, in quanto ciò potrebbe indicare una condizione grave, detta pre-eclampsia. La pre-eclampsia è una condizione che colpisce alcune donne in gravidanza durante la seconda metà o subito dopo il parto. Le donne con pre-eclampsia hanno:

  • pressione arteriosa alta
  • ritenzione di liquidi (edema)
  • proteine nelle urine (proteinuria)

Se non trattata, può portare a gravi complicazioni. Nel feto, la pre-eclampsia può causare dei problemi di crescita.



Vogliamo che Sintomi© sia una risorsa utile per i nostri utenti, ma è importante ricordare che la discussione non è moderata o rivista dai medici e quindi non dovresti fare affidamento su pareri o consigli forniti da altri utenti. Rivolgiti sempre e comunque al tuo medico di famiglia. L'utilizzo del materiale pubblicato non ha valore prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Polmoni

Clenil per aerosol, indicazioni

A cosa serve il Clenil? Quando è indicato e come si assume il clenil per aerosol.

Salute

Sintomi Celiachia

Qualcuno la ritiene una forma allergica, qualcun altro una vera e propria patologia. Cos'é la celiachia? Perché fa così paura? Scopriamolo insieme.