ESPLORA

Sintomi Cistite

Scopri i sintomi della cistite, l'infezione del tratto urinario, quali sono i sintomi della cistite e le cause più comuni.

Cistite
@sintomi_it
Cistite
Tempo di lettura: 4 minuti di Redazione

La cistite è l'infiammazione della vescica causata da un’infezione batterica. Si tratta di un disturbo abbastanza comune soprattutto per le donne, perché la vescica più corta rispetto a quella maschile è più suscettibile di contaminazioni batteriche.

Nella donna la contaminazione batterica è più frequente che nell’uomo, proprio perché l’apparato urinario è più vicino all’esterno, l’uretra è molto più breve ed esposta a colonizzazione da parte di Streptococchi, Stafilococchi o Escherichia coli (questi ultimi sono batteri che tipicamente popolano il nostro intestino) per citarne alcuni. La capacità di risalire l’uretra in tempi così brevi da rimanere in vita nel frattempo comporta l’infiammazione detta cistite. Vediamo insieme quali sono i sintomi della cistite.

S

Sintomi cistite

I sintomi tipici della cistite dolore e bisogno frequente di urinare con urgenza, presenza di bruciore nella zona del meato, sensazione di non aver svuotato la vescica. I sintomi tuttavia variano a seconda del sesso e dell'età. I bambini sono infatti molto più sensibili al dolore, anche pubico.

Vediamo nel dettaglio quali sono i sintomi cistite e come comportarsi nel caso in cui si manifesta uno o più segni/sintomi che andiamo ad elencare.



Sintomi cistite meno comuni. Quando parliamo di cistite ci riferiamo ad un problema che può comparire sporadicamente così come potrebbe comparire più volte in un periodo di tempo ravvicinato, con sintomi blandi oppure importanti come febbre, nausea, vomito.  A volte potrebbe anche esserci perdita ematica durante la minzione. Le urine torbide e maleodoranti sono segni tipici di cistite. Vagina ed ano infatti sono molto vicini al meato urinario, ma non è solo la contaminazione batterica “distrettuale” o il fatto che la vescica sia lunga solo 3-4 centimetri a provocare cistiti.

Spesso è il semplice svuotamento della vescica (tramite minzione) a cacciare via i batteri che la insidiano.

C

Cause cistite

I batteri in vescica possono essere aiutati da diverse condizioni a degenerare in un'infezione come la cistite, come la scarsa igiene personale, utilizzo del diaframma e creme spermicide (che provovano un abbassamento dell'acidità vaginale), indumenti stretti e biancheria intima sintetica. Tra le varie cause di cistite abbiamo anche:

  • assorbenti interni,
  • rapporti sessuali frequenti,
  • calcoli vescicali,
  • svuotamento incompleto della vescica,
  • stasi urinaria,
  • diabete.
La cistite è di per sé recidivante, soprattutto all'inizio delle mezze stagioni come primavera ed autunno, perché si tratta di periodi caratterizzati da stress ed abbassamento delle difese immunitarie. Tornando al "fattore biancheria", le mutande colorate come quelle nere o scure in generale rilasciano sulla pelle microorganismi dalla tinta del cotone.


D

Diagnosi cistite

La diagnosi di cistite è ovviamente basata su esami di laboratorio come esame chimico-fisico delle urine ed urinocoltura, sempre dopo aver accurato la presenza dei sintomi tipici della cistite. L’antibiogramma è consigliato invece in presenza di batteri resistenti a cura antibiotica, esame che non solo identifica la tipologia dei batteri presenti ma soprattutto verifica la loro sensibilità a uno o più antibiotici. Ad esami clinici si affiancano visita urologica e ginecologica, nonché gastroenterologica o endocrinologica, sempre in base a fattori predisponenti o patologie correlate. Consultare sempre il proprio medico. Si parla di cistite interstiziale quando il dolore è forte, si hanno i sintomi tipi di minzione frequente ma l’urinocoltura è negativa e la terapia antibiotica inefficace. La conferma di questo tipo di cistite è effettuata anche tramite cistoscopia, analisi endoscopico che permette di visualizzazione della parete interna della vescica e dell’uretra. Come tutti gli esami endoscopici, la telecamera microscopica che viene introdotta attraverso lo strumento a fibra ottica permette di verificare anche la presenza di neoformazioni, infiammazioni o emorragie puntiformi. A differenza degli altri esami, la cistoscopia permette anche di effettuare una biopsia del tessuto vescicale per un esame delle cellule in anatomia patologica.


C

Cura cistite

Antibiotici, farmaci prescritti dal medico, che ha valutato i sintomi e a volte indicato un esame batteriologico delle urine. Quando la cistite è accompagnata da dolore molto forte, si potrebbe associare all'antibiotico l'utilizzo di antidolorifici ed antispastici per rilassare la muscolatura vescicale. Quando si soffre di cistite, nei periodi acuti è bene ridurre l'attività sessuale e l'utilizzo di metodi contraccettivi come diaframma e spermicidi. Anche gli uomini non sono esenti da queste raccomandazioni: anche se meno frequenti, dipendono spesso da problemi alla prostata (comunque in età superiore ai cinquant'anni) o alla presenza di calcoli vescicali.


Cause meno frequenti di Cistite

Quando l’infezione è bassa, si risolte in poco tempo scomparendo da sola: solo se i batteri risalgono verso i reni i sintomi sono persistenti e bisognerebbe preoccuparsi un po’ più seriamente. Quali sono le cause di cistite dovute ad abitudini o comportamenti sbagliati? Vediamoli in breve:

  • utilizzo di gabinetti pubblici o scarsa igiene personale,
  • anomalia strutturale del tratto urinario,
  • ristagno o reflusso dell’urina verso l’alto (reflusso vescico-ureterale , una condizione presente dalla nascita di cui molti bambini ne scoprono l’esistenza solo dopo l’infezione batterica).

Sintomi cistite e complicanze. Tra le complicazioni più evidenti della cistite vi è la pielonefrite, un’infezione a livello renale seria, non molto frequente. Non è il caso di preoccuparsi per una probabile pielonefrite se vi sono i sintomi classici di un’infezione vescicale, in quanto i sintomi sono comunque non del tutto simili.

Sintomi cistite e dolore

Quando andare dal dottore

La comparsa dei sintomi è sempre un buon motivo per rivolgersi al proprio medico. Bisognerebbe comunque, a scopo informativo, sapere quali sono i passaggi successivi o i suggerimenti tipici del nostro medico di famiglia. In primo luogo è importante non sottovalutare la comparsa di sangue nelle urine, il fatto che la cistite si ripresenta frequentemente, al dolore insopportabile ed una febbre che insiste da almeno tre giorni se si tratta di bambini o donne in gravidanza.

In particolare, nella donna, cistite e piccole perdite nelle urine posso dipendere da disturbi come vescica iperattiva o incontinenza da stress. Le donne con cistite persistente hanno spesso minzione dolorosa, poliuria o pollachiuria (il bisogno di urinare più volte al giorno, più “del dovuto”), percezione di non aver svuotato completamente la vescica.

Il sangue nelle urine, invece, può dipendere da diversi motivi, anche anatomici. Sappiamo infatti che la diversa conformazione anatomica rende la cistite un problema diverso tra uomini e donne, ma la sensazione di dover urinare urgentemente e le tracce di sangue accompagnate da bruciore durante la minzione, che si presenta a volte maleodorante, è un chiaro segno di cistite. La diagnosi spetta comunque al medico.


Sintomi.it è una risorsa semplice, affidabile ed in continua revisione/aggiornamento da parte del nostro Comitato Scientifico, ma è importante ricordare che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di famiglia e allo specialista. L'utilizzo del materiale pubblicato su sintomi.it ha valore informativo ma in nessun modo prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Polmoni

Clenil per aerosol, indicazioni

A cosa serve il Clenil? Quando è indicato e come si assume il clenil per aerosol.

Salute

Sintomi Celiachia

Qualcuno la ritiene una forma allergica, qualcun altro una vera e propria patologia. Cos'é la celiachia? Perché fa così paura? Scopriamolo insieme.