ESPLORA

Sintomi Stress

Quando parliamo di stress, dobbiamo necessariamente capirne prima di tutto l'accezione: come ben sappiamo, dinanzi a situazioni di stress stimolative, che delineano uno stress qualitativo e positivo, siamo in grado di accettare le sfide, di concentrare le energie e di tendere con fermezza verso la meta da noi disegnata.

Stress e stati d'ansia
@sintomi_it
Sintomi Stress
Tempo di lettura: 7 minuti di Redazione

Quando parliamo di stress, dobbiamo necessariamente capirne prima di tutto l’accezione: come ben sappiamo, dinanzi a situazioni di stress, qualitativo e positivo, siamo in grado di accettare le sfide, di concentrare le energie e di tendere con fermezza verso la meta da noi disegnata.

Quando lo stress è figlio di sensazioni negative, invece, può diventare patologico: è la causa principale della depressione, tanto per intendersi, delle patologie cardiache che sono la principale causa di mortalità nell’uomo.

Sintomi stress

Sintomi stress

Come distinguere lo stress?

Sintomi stress. Il nostro corpo invia dei segnali che noi dovremmo imparare a riconoscere. Se da sempre sappiamo collegare i crampi allo stomaco con la sensazione di fame, lo stesso può avvenire quando il nostro organismo, in particolare il cervello, vuol “farci capire” che è il momento di staccare la spina da determinate attività. Le categorie più a rischio di stress sono quelle giovanili come gli studenti, soprattutto in ambito universitario. Su tal proposito ci sarebbe da aprire una parentesi enorme sulla precarietà dell’Università italiana, per cui lo stress è veramente “indotto” da fattori sociali come l’inefficienza e la scarsezza di molti atenei, indipendentemente dalla posizione geografica.

Quando siamo da troppe ore seduti intenti a studiare, cominciamo ad avvertire stimoli di stanchezza, di scarsa concentrazione, di inquietudine: sono questi gli stimoli che non dovremmo sottovalutare, anche perché quando si studia, non è importante il quanto, ma il come.

La parola stress è stata coniata nel 1936 da Hans Selye che la ha definita come una “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso”.

Stress Acuto e Stress Cronico

Lo stress può essere diviso e distinto tra stress acuto e stress cronico. Quando lo stress si manifesta, è possibile immaginare un cambiamento nell’ambiente e nella percezione degli spazi intorno a sé, dei cambiamenti, delle abitudini. La normale reazione del corpo ad una stimolazione stressante si manifesta in un aumento del battito cardiaco, della tensione muscolare e della pressione sanguigna.


Quando l’episodio è temporalmente definito, per cui possiamo definire un’inizio e cercare di determinarne una fine (intervenendo sui fattori di stress e sulla debilitazione fisica), lo stress si definisce acuto, mentre la patologia depressiva che deriva costantemente dalle sollecitazioni di stress si definisce cronico.

La reazione dell’organismo

L’organismo reagisce allo stress aumentando la secrezione di certi ormoni e inibendone altri; la produzione di sostanze messaggere come la serotonina, la noradrenalina, la soppressione della.


Il processo di induzione allo stress si compone di tre fasi:

  • fase di allarme: il paziente segnala l’esubero di doveri e mette in moto le risorse per adempierli;
  • fase di resistenza: il paziente stabilizza le sue condizioni e si adatta al nuovo tenore di richieste;
  • fase di esaurimento: in questa fase il paziente registra la caduta delle difese e la successiva comparsa di sintomi fisici, fisiologici ed emotivi.

Le cause dello stress

Sono molteplici le cause che possono indurre lo stress, che possibilmente possiamo ricondurre a:

  • alcuni eventi della vita sia positivi che negativi (ad esempio: matrimonio, nascita di un figlio, morte di una persona cara, divorzio, pensionamento, disfunzioni sessuali);
  • cause fisiche: il freddo o il caldo molto forte, l’abuso di fumo e di alcol, alcune gravi limitazioni nei movimenti dovute a incidenti, traumi, patologie;
  • fattori ambientali: non avere una casa di proprietà, vivere in un ambiente molto rumoroso, l’inquinamento come fattore determinante di un certo stato di stress;
  • malattie organiche: il corpo si pone in uno stato di tensione che, nella maggior parte dei casi, per le scarse difese in grado di apportare, sfocia in una condizione di stress.
Sintomi dello stress

I sintomi dello stress possono essere suddivisi in quattro macro sezioni.

Sintomi fisici dello stress

  • Continuo e improvviso mal di testa
  • Più o meno latente dolore alla schiena
  • Indigestione, causata da uno stato ansioso
  • Collo e spalle tese
  • Dolore allo stomaco, crampi
  • Tachicardia, aumento eccessivo delle pulsazioni per minuto
  • Sudorazione delle mani
  • Extrasistole, battiti al di fuori dello schema cardiaco
  • Agitazione e irrequietezza
  • Problemi di sonno, legati all’irrequietezza notturna
  • Stanchezza cronica
  • Capogiro, sensazione di debolezza
  • Perdita o aumento irreprensibile di appetito
  • Problemi sessuali, calo della libido
  • Suoni (tintinni, fischi) nelle orecchie
Sintomi stress legati al comportamento
  • Digrignare i denti
  • Periodo dimaggiore prepotenza
  • Uso prolungato di alcolici
  • Criticare gli altri costantemente
  • Non riuscire a portare le cose a termine

Sintomi stress, condizioni legate alle emozioni

  • Pianto improvviso e senza apparente motivo
  • Enorme senso di pressione
  • Nervosismo, ansia
  • Rabbia
  • Solitudine
  • Tensione, aver la sensazione di esplodere
  • Impotenza davanti alle coseù

Sintomi stress cognitivi

  • Non riuscire a pensare in maniera chiara
  • Non riuscire a prendere decisioni giuste nel momento opportuno
  • Dimenticare le cose o distrarsi facilmente
  • Mancanza di creatività
  • Preoccuparsi costantemente per tutto
  • Perdita della memoria
  • Perdita del senso dell’umorismo

Attenzione a non sottovalutare:

La nausea ed il vomito

Se nausea e vomito si prolungano per un periodo di tempo consistente e regolare, ci si potrebbe trovare di fronte ad un vero e proprio stato d’ansia e affaticamento psico-fisico.

La caduta dei capelli

Lo stress è ritenuto tra le cause che possono incrementare notevolmente la caduta dei capelli. Allo stress è correlata, ad esempio, l’alopecia aerata.

La sudorazione ascellare eccessiva

La sudorazione eccessiva può rappresentare un evidente e fastidioso segnale di stress

I Tic nervosi

Improvvisa tensione muscolare, insorgenza di tic nervosi, irrigidimento nei movimenti e comparsa di dolori.

Curare lo stress

Un livello elevato di stress può essere ridotto calmato con alcune tecniche di rilassamento e l’ausilio dello psicologo.



Vogliamo che Sintomi© sia una risorsa utile per i nostri utenti, ma è importante ricordare che la discussione non è moderata o rivista dai medici e quindi non dovresti fare affidamento su pareri o consigli forniti da altri utenti. Rivolgiti sempre e comunque al tuo medico di famiglia. L'utilizzo del materiale pubblicato non ha valore prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere

Salute

Sinusite

La sinusite è un'infiammazione acuta o cronica di un seno paranasale.

Salute

Streptococco

Uno dei batteri più comuni, non particolarmente pericoloso, dipende dalle condizioni del paziente. Dalla semplice febbre reumatica alle tonsilliti, dal mal di testa alla polmonite, vediamo lo specchio sintomatologico da streptococco.