ESPLORA

Sintomi Minaccia Aborto

I sintomi della minaccia d'aborto sono sostanzialmente gli stessi dell'aborto in atto, anche se di minore intensità.

@sintomi_it
Sintomi
Ultima modifica di Redazione

Sintomi minaccia aborto: sono sostanzialmente gli stessi dell’aborto in atto, anche se di minore intensità.

Sintomi minaccia Aborto, sintomi e quadro clinico

Piccole perdite di sangue, lievi contrazioni e nel primo trimestre della gravidanza la prima paura è subito per la minaccia di aborto, ma non è detto che i sintomi siano quelli specifici dell’aborto: in ogni caso meglio farsi controllare e seguire dal medico.

Il dolore al basso ventre poco intenso è sintomatico, spesso accompagnato da leggere fitte intermittenti simili alla colite, che sono in realtà le contrazioni dell’utero. Le perdite di colore sia rosso chiaro che scuro sono segno che il meccanismo di distacco dell’embrione dal suo impianto nell’utero e della sua espulsione è purtroppo in fase avanzata.

Sintomi minaccia aborto

Sintomi minaccia aborto

Solo il medico può valutare se si tratta effettivamente di minaccia d’aborto attraverso un’ ecografia. Eseguire l’esame è importante per valutare quali sono le effettive cause o i sintomi sull’utero di una minaccia.

All’esame, il medico ha modo di stabilire con maggior precisione se si tratta di minaccia o di aborto in atto: dal punto di vista ecografico, nel primo caso l’orifizio del collo dell’utero è chiuso e non si rileva materiale fetale in via d’espulsione. L’aborto spontaneo comprende diversi quadri clinici:

  • minaccia d’aborto
  • aborto inevitabile
  • aborto in atto
  • aborto incompleto
  • aborto interno
  • aborto settico
  • aborto ripetuto
  • aborto abituale
  • aborto ricorrente

Sintomi minaccia aborto, come salvare il feto

Le probabilità di impedire il problema, quando si presenta la minaccia reale dipendono dalla fattispecie, ad esempio da cause ovulari (il 60-70% dei casi), o dalla terapia non è in grado di impedire l’interruzione della gravidanza. Ma se sono determinanti cause minori, le possibilità di salvare il feto sono buone, a patto che la terapia sia iniziata tempestivamente e che sia il più possibile diretta contro la causa che ha determinato la minaccia.



Vogliamo che il sito sia una risorsa utile per i nostri utenti, ma è importante ricordare che la discussione non è moderata o rivista dai medici e quindi non dovresti fare affidamento su pareri o consigli forniti da altri utenti. Rivolgiti sempre e comunque al tuo medico di famiglia. L'utilizzo del materiale pubblicato non ha valore prescrittivo ed è soggetto ai nostri Termini di utilizzo e alla Privacy Policy, saranno prese tutte le misure per rimuovere possibili violazioni di tali termini.

Continua a leggere