Il dolore al gomito non deve essere sottovalutato, soprattutto se associato a segnali come formicolio all'anulare e al mignolo, mancato miglioramento dopo il riposo, rigidità, tendiniti, traumi o tumefazione.

Il dolore al gomito è un sintomo frequente che può manifestarsi in individui di tutte le età e di entrambi i sessi. La sua intensità può variare a seconda della causa sottostante. Tra le cause più comuni di dolore al gomito spiccano l’epicondilite laterale, l’epitrocleite, l’artrosi del gomito e la borsite dell’olecrano. Tuttavia, il dolore al gomito può anche essere causato da lussazioni, distorsioni, fratture, sindromi da compressione nervosa e radicolopatie cervicali.

Il dolore al gomito può presentarsi in diverse forme, come una sensazione sorda, bruciante, acuta o simile a una scarica elettrica. Può insorgere gradualmente o improvvisamente e può peggiorare con movimenti specifici o determinate posizioni. In alcuni casi, può essere accompagnato da sintomi in altre parti del corpo e sintomi di natura neurologica. Le caratteristiche del dolore al gomito dipendono dalla causa sottostante.

La corretta identificazione dell’origine del dolore al gomito mediante una precisa valutazione diagnostica è di fondamentale importanza poiché il trattamento più appropriato dipende dalla causa sottostante.

L’articolazione del gomito è costituita da diverse strutture anatomiche, tra cui l’omero (osso del braccio), l’ulna e il radio (ossi dell’avambraccio). Le superfici articolari dell’omero, dell’ulna e del radio si combinano per formare l’articolazione del gomito. L’omero presenta un’area mediale chiamata troclea e un’area laterale chiamata capitulum. L’ulna ha un’incisura trocleare che si articola con la troclea dell’omero, mentre il radio si articola con il capitulum dell’omero. Nella regione dell’epicondilo laterale dell’omero si trovano i tendini dei muscoli estensori del polso, mentre nella regione dell’epicondilo mediale si trovano i tendini dei muscoli flessori del polso.

Cause comuni del dolore al gomito

Le cause del dolore al gomito possono essere diverse e includono danni o infiammazioni delle strutture articolari, problemi muscolo-tendinei, disturbi neurologici e patologie sistemiche.

L’epicondilite laterale, detta anche come gomito del tennista, è una delle cause più comuni di dolore al gomito. Si tratta di un’infiammazione dei tendini dei muscoli estensori del polso che si inseriscono nell’epicondilo laterale dell’omero. L’epicondilite laterale è spesso causata da sovraccarico funzionale e movimenti ripetitivi del polso.

Altre cause comuni di dolore al gomito includono l’epitrocleite, l’artrosi del gomito e la borsite dell’olecrano. L’epitrocleite è un’infiammazione dei tendini dei muscoli flessori del polso che si inseriscono nell’epicondilo mediale dell’omero. L’artrosi del gomito è una condizione in cui le superfici articolari del gomito si deteriorano, causando dolore e rigidità. La borsite dell’olecrano è l’infiammazione della borsa sinoviale situata sopra l’olecrano dell’ulna.

È importante sottolineare che questa lista non è esaustiva e che è sempre consigliabile consultare un medico in caso di persistenza dei sintomi. Una diagnosi accurata è fondamentale per un trattamento adeguato.

Il dolore al gomito è un sintomo comune che può essere causato da diverse condizioni. L’individuazione precisa della causa del dolore al gomito è fondamentale per un trattamento appropriato. Una valutazione diagnostica accurata e un piano di trattamento mirato possono contribuire a ridurre il dolore e ripristinare la funzionalità del gomito.

Quando preoccuparsi

Il dolore al gomito è un sintomo che richiede attenzione e, in alcuni casi, la consulenza di uno specialista. Esistono diversi segnali che indicano la necessità di ricorrere a un professionista medico per una valutazione accurata e un trattamento adeguato.

Se il dolore al gomito è associato a formicolio all’anulare e al mignolo, è consigliabile consultare uno specialista. Questo sintomo potrebbe indicare la presenza di un problema nervoso o compressione dei nervi nella regione del gomito. Se nonostante un periodo di riposo e di evitare attività che sollecitano il gomito, il dolore non migliora, è consigliabile rivolgersi a uno specialista. Ciò potrebbe indicare la presenza di una condizione più complessa o una lesione che richiede una valutazione e un trattamento specifici. La presenza di rigidità nel gomito è un altro segnale che richiede l’attenzione di uno specialista. La rigidità può essere causata da diversi fattori, tra cui infiammazione, lesioni o problemi articolari. Uno specialista sarà in grado di identificare la causa sottostante e proporre un piano di trattamento adeguato. Le tendiniti al gomito, che possono manifestarsi come infiammazione o dolore intenso nella zona dei tendini, richiedono una valutazione e un trattamento specialistico. Uno specialista sarà in grado di determinare la gravità della tendinite e consigliare terapie specifiche, come la terapia fisica o farmacologica, per favorire il recupero. In caso di traumi al gomito, come contusioni o distorsioni, è consigliabile consultare uno specialista per una corretta valutazione e gestione delle lesioni. Uno specialista sarà in grado di escludere eventuali fratture o lesioni più gravi e consigliare il trattamento appropriato, come l’utilizzo di tutori, la fisioterapia o, in casi più gravi, interventi chirurgici. Se il dolore al gomito è associato a una tumefazione, in particolare una piccola tumefazione di consistenza molle dietro al gomito (chiamata borsite), è consigliabile consultare uno specialista. La borsite richiede un trattamento specialistico per alleviare i sintomi e prevenire complicazioni future.

L’artosi del gomito

La degenerazione della cartilagine articolare si verifica quando lo strato cartilagineo che protegge l’osso sottostante si assottiglia. Ciò porta all’aumento dell’attrito tra le superfici articolari, causando infiammazione e dolore.

Nell’artrosi del gomito, il processo degenerativo può coinvolgere la cartilagine articolare della troclea, del capitulum, del capitello radiale e/o dell’incisura ulnare.

In genere, l’insorgenza dell’artrosi del gomito è strettamente legata a precedenti traumi all’articolazione, come distorsioni, lussazioni o fratture. Questi eventi compromettono la corretta funzionalità dell’articolazione e danneggiano le superfici articolari.

È importante notare che alcune attività manuali o sportive che comportano un’elevata sollecitazione dell’articolazione del gomito possono favorire lo sviluppo dell’artrosi. Ad esempio, i lanciatori di baseball che eseguono movimenti ripetitivi che stressano l’arto superiore, compreso il gomito, sono più suscettibili.

La borsite dell’olecrano

La borsite dell’olecrano si riferisce all’infiammazione della borsa sinoviale situata sulla punta dell’olecrano. Le borse sinoviali sono sacche contenenti liquido sinoviale che lubrifica le articolazioni e riduce l’attrito tra le componenti articolari, come i legamenti.

La borsite dell’olecrano è spesso causata da traumi o dalla pressione eccessiva e prolungata sulla punta del gomito. Tuttavia, può essere scatenata anche da infezioni conseguenti a ferite o tagli nella zona del gomito, nonché da alcune forme di artrite come la gotta o l’artrite reumatoide.

La distorsione e la frattura

Altre cause di dolore al gomito includono la distorsione, una lesione traumatica che altera temporaneamente l’anatomia articolare e provoca danni ai legamenti, alla capsula o alla cartilagine articolare. La lussazione del gomito è un infortunio traumatico in cui le superfici articolari perdono il loro corretto allineamento. Può essere accompagnata da fratture del gomito. La frattura del gomito è un infortunio traumatico che coinvolge la rottura di una componente ossea dell’articolazione, spesso l’olecrano dell’ulna. La sindrome del tunnel cubitale è una condizione in cui il nervo ulnare viene compresso o pizzicato nel tunnel cubitale del gomito. La sindrome del tunnel radiale è una condizione in cui il nervo radiale viene compresso o pizzicato nel tunnel radiale tra il gomito e l’avambraccio. La radicolopatia cervicale si riferisce alla compressione o alla schiacciamento delle radici nervose cervicali o dei tratti nervosi adiacenti. Può causare dolore al gomito quando i nervi coinvolti si estendono fino a quest’area. Le alterazioni delle curve fisiologiche della colonna vertebrale, come la curva cervicale e toracica, possono anche contribuire al dolore al gomito. Altre possibili cause di dolore al gomito includono l’osteocondrite dissecante, l’artrite reumatoide, la gotta e l’artrite psoriasica.



Ecco come garantire un corretto lavaggio nasale al neonato: l'importanza dell'igiene delle cavità nasali nel neonato.