Il tocoferolo, una delle forme della vitamina E, rappresenta un gruppo di composti liposolubili noti per la loro attività antiossidante.

Questa vitamina riveste un ruolo essenziale nel mantenimento del corretto funzionamento dell’organismo, contribuendo significativamente alla protezione delle cellule contro i danni causati dai radicali liberi.

Le fonti principali di tocoferoli si trovano prevalentemente negli alimenti di origine vegetale.

Le fonti principali di tocoferoli si trovano prevalentemente negli alimenti di origine vegetale.

Tra le varie forme di tocoferolo, l’alfa-tocoferolo emerge come la più biologicamente attiva, spesso utilizzata come termine generico per indicare la vitamina E nel suo complesso. La presenza di vitamina E in alimenti come oli vegetali, noci, semi, verdure a foglia verde e cereali integrali risulta fondamentale per favorire la salute della pelle, sostenere il sistema immunitario e proteggere le cellule dagli effetti dello stress ossidativo.

I tocoferoli, insieme ai tocotrienoli, costituiscono il gruppo della vitamina E, con l’alfa-tocoferolo che si distingue per la sua massima attività biologica. Questi composti liposolubili svolgono un ruolo cruciale nel prevenire le reazioni di ossidazione dei lipidi polinsaturi, agendo come antiossidanti biologici, in parallelo alla vitamina C.

La struttura chimica dei tocoferoli si basa sul cromano, con il tocoferolo alfa come la forma più attiva. Queste molecole, essendo vitameri, condividono attività vitaminica pur differendo strutturalmente. La presenza di otto composti di vitamina E, tra tocoferoli e tocotrienoli, offre una vasta gamma di benefici per la salute.

Assorbimento dei tocoferoli e alimentazione

L’assorbimento dei tocoferoli avviene principalmente nell’intestino tenue, richiedendo un’adeguata emulsione e solubilizzazione micellare. La bassa efficienza di assorbimento, variabile tra il 20% e il 60%, suggerisce che un’assunzione costante e moderata attraverso la dieta è più efficace rispetto a dosi elevate da integratori.

Una volta assorbiti, i tocoferoli si distribuiscono attraverso le lipoproteine ai vari tessuti, tra cui il fegato, i polmoni, il cuore, i muscoli e il tessuto adiposo. Questi composti svolgono un ruolo cruciale nella protezione degli acidi grassi polinsaturi e influenzano la concentrazione plasmatica di tocoferoli.

I tocoferoli dimostrano effetti benefici su diversi aspetti della salute, inclusi il supporto al sistema immunitario, la protezione della pelle dai danni ambientali e la prevenzione di malattie cardiovascolari. Inoltre, contribuiscono a ridurre gli stress ossidativi coinvolti nell’invecchiamento, nella patogenesi del diabete e nella protezione contro il cancro.

L’aggiunta di tocoferoli agli alimenti, spesso in forma di miscele, si rivela efficace per migliorare la stabilità degli acidi grassi polinsaturi. Questo approccio, utilizzato come additivo antiossidante, contribuisce a preservare la freschezza degli oli e di altri prodotti ricchi di grassi. Inoltre, l’associazione con altri antiossidanti naturali, come la vitamina C e polifenoli, può potenziare ulteriormente i benefici dei tocoferoli.


Ecco come garantire un corretto lavaggio nasale al neonato: l'importanza dell'igiene delle cavità nasali nel neonato.